Comunicazione Ecologica: cosa si intende e cosa offre

 

Che cos’è la Comunicazione Ecologica?

La parola “Ecologica” ci rimanda ad un altro termine: “equilibrio”. In questo caso, equilibrio tra noi e l’esterno. Così, la Comunicazione Ecologica nasce dall’esigenza di applicare i principi ecologici alle relazioni umane, ossia di trovare un equilibrio tra l’individuo e l’ambiente. L’individuo e l’ambiente (cioè gli altri) hanno bisogno di un’integrazione, che può avvenire tenendo presenti questi due punti:

  • Rispetto della “diversità” (ossia delle esigenze individuali);
  • Rispetto del contesto (ossia del gruppo).

In tal modo si favorisce la cooperazione tra gli individui nel gruppo e, allo stesso tempo, nessuno subisce danni a vantaggio di altri.
Altro punto importante è il seguente: coltivare le risorse, il che significa usare al massimo le capacità proprie e altrui, favorendo la crescita e l’espansione delle capacità stesse. A differenza del gruppo gerarchico, dove è il leader a dominare la discussione e a prendere le decisioni, nel gruppo guidato dalla comunicazione ecologica si portano avanti in parallelo due obiettivi:

  • La realizzazione di ogni membro;
  • Il raggiungimento dello scopo collettivo.

A questo punto può sorgere un dubbio: come regolare la discussione in modo che non vi siano comunque prevaricazioni da parte di alcuni membri a scapito di altri, non vi sia caos, dispersione?

La comunicazione ecologica può essere applicata nel gruppo con l’Aiuto Concreto di un Facilitatore, che aiuti a mantenere un’energia positiva tra i partecipanti e che per primo utilizzi i principi del rispetto delle diversità e del contesto.

Ne parleremo in occasione un prossimo articolo……

https://www.facebook.com/events/120471308307508/

Comunicazione Ecologica

Corso Jedi della Comunicazione

 

ovvero Facilitatore della Comunicazione Eco-Efficace

(conoscere e gestire la FORZA della Comunicazione)

“…La grandezza non conta. Guarda me, giudichi forse me dalla grandezza?
Non dovresti farlo infatti, perché mio alleato è la Forza, ed un potente alleato essa è! ”
Yoda, Guerre Stellari

Nella mitologia di Guerre Stellari i cavalieri Jedi compiono la loro missione accompagnati dalla Forza, l’energia che permea l’Universo, sintonizzandosi con essa: non cercano di trattenerla, ma ne facilitano il flusso.

Uno Jedi della Comunicazione é un Facilitatore della Comunicazione. Egli sa stare nel flusso della comunicazione interpersonale: infatti sa esaltare ciò che é positivo e cogliere gli aspetti costruttivi anche là dove vi é negatività, trasformando quest’ultima in utile elemento di crescita e cambiamento.

Maestri nella Comunicazione e nell'Attitudine

IL CORSO

Il Corso Jedi della Comunicazione ha lo scopo di fornire strumenti altamente efficaci e collaudati di comunicazione, gestione costruttiva del conflitto e negoziazione e di allenamento del pensiero laterale.
Il Corso si articola in 13 lezioni della durata di 90 minuti ciascuna, per un totale di 19,5 ore, a cui seguono ulteriori 20,5 ore di supervisione e approfondimento degli argomenti trattati. Il corso ha un taglio PRATICO.

 

CONTENUTI

I contenuti sono organizzati in 4 macroaree: Relazioni, Risorse, Risultati, Le 3 R… al massimo!, all’interno delle quali si sviluppano i moduli monotematici elencati qui di seguito.

Migliora le tue relazioni

RELAZIONI

  • Creare sintonia: l’ascolto empatico
  • Trappole e abilità comunicative
  • Dal conflitto al consenso
  • Relazioni Ecologiche
  • Le abilità della negoziazione

 

RISORSE   Attiva le tue risorse

  • Trasformare ostacoli in opportunità: Sistema vantaggi/svantaggi
  • L’Alchimia della Comunicazione: Critica Costruttiva e dintorni
  • L’Aikido della Comunicazione, Livello 1

 

Risultati con il Corso Jedi della ComunicazioneRISULTATI

  • Dal sogno alla realtà: Sistema Risorse-Obiettivi
  • Facilitar(sì!!!) le relazioni
  • Metacomunicazione: vantaggi, modalità e strategie

 

LE 3 R…AL MASSIMO!

  • Assertività: armonizzare compito e relazione
  • Trovare nuove soluzioni: Comunicazione multifattoriale

Obiettivi del Corso Jedi della Comunicazione

OBIETTIVI

  • Gestire efficacemente la comunicazione con i clienti e nei gruppi
  • Gestire positivamente i conflitti e le obiezioni
  • Acquisire abilità di negoziazione
  • Utilizzare la Comunicazione multifattoriale per sviluppare nuove strategie e soluzioni
  • Muoversi con più facilità verso i propri obiettivi professionali

 

MODALITA’

  • Elementi di teoria
  • Esercizi pratici e e Giochi sulla Comunicazione Verbale e non Verbale
  • Condivisione in circle time

 

DESTINATARI

  • Dirigenti, Manager, Area Leader
  • Tutti coloro che lavorano nel settore commerciale
  • Tutti coloro che operano nel settore sociale: counselors, operatori olistici, assistenti sociali, pedagogisti, insegnanti, educatori, ecc
  • Liberi professionisti
  • Tutti coloro che vogliono elevare la qualità delle proprie relazioni, sia a livello personale che professionale, ed acquisire strumenti comunicativi utili per gestire situazioni complesse

 

ATTESTATO FINALE

Al termine del Corso si rilascia un attestato di Partecipazione.

Cambiamento: missione impossibile (parte 1)

Cambiamento

Quante volte diciamo a noi stessi che questo o quel cambiamento sarà difficile o addirittura impossibile da fare?
In quante occasioni, dinnanzi alla possibilità di investire energie per un cambiamento positivo, emergono una serie di stop sotto forma di pensieri e credenze limitanti, magari vere e/o utili in determinate circostanze in passato, ma di cui non abbiamo ancora processato la veridicità e la funzionalità oggi? E che dire quando tutto sembra andare storto, tanto da prendercela con le circostanze, gli eventi o le persone che, a nostro dire, “ci boicottano”?

Oggi racconteremo i passi salienti della storia di una giovane donna, che chiameremo Giulia, e di un cambiamento da lei stessa ritenuto impossibile.

Giulia partecipa ad un seminario da noi condotto, intitolato “Comunicare con Ecologia”; il workshop è in una fase d’aula in cui si sta illustrando come formulare una critica costruttivamente, partendo dalla necessità imprescindibile di trovare uno spazio condiviso e tranquillo con l’interlocutore, tale per cui le due parti possano dialogare prestandosi attenzione e ascolto reciproco.

Giulia:

“Scusatemi, ma tutto ciò nel mio caso è impossibile!! Anzi, è proprio fantascienza!! L’ultima volta che con Mario, il mio partner, ho provato ad intavolare un dialogo serio sul disordine che c’è in casa e che mi fa stare male, lui, per tutta risposta, è “scappato” su Internet!!!”

I Formatori

– “Giulia, quando dici che Mario è “scappato”, cosa intendi esattamente?

Giulia

– “Esattamente quello che ho detto: ogni volta che bisogna affrontare un discorso serio, lui se ne va! A quel punto, io vado in bestia perché oltretutto sono sanguigna, mi arrabbio perché considera più importante navigare su Internet che stare con me, ascoltarmi ed affrontare quelle che lui chiama le mie “prediche”. Insomma alla fine litighiamo oppure lui si chiude….ed il copione, in questi casi, ha sempre uno di questi due epiloghi”

L’interazione si approfondisce alla ricerca di soluzioni per il problema di comunicazione tra Giulia e Mario, ma Giulia è in una fase dove sembra che il problema sia irrisolvibile: in ultima analisi, rimane dell’idea che lei ha ragione e quindi non c’è niente che si possa fare, essendo poi lei “una sanguigna” di nascita: “…non ci posso fare proprio nulla, se sono fatta così….”, afferma lei!!!!!

Cosa fare in una situazione come questa, apparentemente senza via d’uscita?
Quante volte ci siamo ritrovati tutti nella medesima posizione della nostra giovane donna, credendo di aver già valutato correttamente tutte le possibilità offerte dal contesto?Cambiamento parte 1
E che dire allora delle possibilità infinite che la nostra dimensione interiore è pronta ad offrirci, se solo ci apriamo a considerarle? Sono solo chimere?

Ma torniamo alla nostra vicenda: Giulia si fa sentire di nuovo 3 mesi dopo, ha un volto disteso e raggiante, ed è contentissima perché ha risolto quel “problemino” di comunicazione con Mario…

Come, secondo Voi?

 

Vi diamo qualche piccolo indizio!
C’è un altro modo di vedere le cose! E la pratica operativa e professionale del Coaching e della Formazione nelle competenze trasversali rappresentano ottimi mezzi per sviluppare nuove opzioni e risorse.
E questo rappresenterà, per Giulia, il punto di partenza per trovare, in se stessa e con Mario, la soluzione “impossibile” del suo problema.

Il prossimo articolo svilupperà i passi più salienti di soluzione. Gli accorgimenti, le strategie comportamentali, le consapevolezze e il “quantum leap cognitivo” fatto da Giulia per attivare un suo talento inespresso, chiave per la risoluzione felice ed efficace della situazione!

Restate sintonizzati…!!

 

Alessandro Lauricella e Carla Naitza

 

 

L’Alchimia della Comunicazione

L'Alchimia della Comunicazione
L’Alchimia della Comunicazione
L’ALCHIMIA DELLA COMUNICAZIONE
dal piombo del conflitto all’oro di una comunicazione efficace ed ecologica

L’Alchimia é l’antica Arte di trasformare il piombo in oro: un lavoro sulla propria interiorità, altamente efficace e trasformativo…..

L’Alchimia della Comunicazione é un percorso di trasformazione di sé, attraverso cui scoprire i propri talenti comunicativi, potenziarli e usarli per la trasformazione del piombo (conflitti, difficoltà) in oro di nuove possibilità comunicative e relazionali!!!

 

OBIETTIVI

  • Potenziare le proprie risorse Comunicative
  • Acquisire strumenti utili per la Gestione Proattiva dei Conflitti
  • Imparare a trasformare le difficoltà in opportunità
  • Sviluppare la capacità di generare opzioni
  • Trovare nuove soluzioni a vecchi problemi

METODOLOGIA

Il corso, pratico e orientato alla massima efficacia, consiste nell’alternanza di Giochi sulla Comunicazione, Teoria, Condivisione in Circle-time e lavoro su Casi Concreti.

 

DESTINATARI

  • Tutti coloro che sono motivati a trasformare le criticità in risorse
  • Tutti coloro che si muovono in direzione del proprio benessere
  • Tutti coloro che, in ambito lavorativo o personale, intendono potenziare le proprie Capacità
    Negoziali e Comunicative, per migliorare le proprie relazioni
    Un viaggio appassionante attraverso il mondo della Comunicazione e della Negoziazione…..

 

alchemy

SCARICA IL PDF

 

Per informazioni sui profili professionali dei docenti e per contatti telefonici:

______________________________________________________________________________________

“C’erano una volta sette ciechi, che non sapevano come fosse fatto un elefante. Un giorno, qualcuno disse loro: ecco qui un elefante. Il primo, allora, toccò una zampa e disse: “L’elefante è come un albero.” Il secondo, toccando la proboscide, disse: “L’elefante è come un serpente”. Il terzo, tenendo in mano la coda, disse: “L’elefante è come un ramoscello”. E così fecero gli altri tre, che, toccavano parti diverse dell’animale. I sette ciechi cominciarono allora a litigare, essendo ognuno di essi convinto di avere ragione. Nessuno seppe com’era fatto un elefante”.
(Parabola indiana)

Filtri Percettivi e Pensiero Multifattoriale

Filtri percettivi e pensiero multifattoriale
Filtri percettivi e Pensiero Multifattoriale
1° CONVEGNO SIAF, FIRENZE 10 OTTOBRE 2009
FILTRI PERCETTIVI E PENSIERO MULTIFATTORIALE

di Alessandro Lauricella e Carla Naitza

“C’erano una volta sette ciechi, che non sapevano come fosse fatto un elefante. Un giorno, qualcuno disse loro: ecco qui un elefante. Il primo, allora, toccò una zampa e disse: “L’elefante è come un albero.” Il secondo, toccando la proboscide, disse: “L’elefante è come un serpente”. Il terzo, tenendo in mano la coda, disse: “L’elefante è come un ramoscello”. E così fecero gli altri tre, che, toccavano parti diverse dell’animale. I sette ciechi cominciarono allora a litigare, essendo ognuno di essi convinto di avere ragione. Nessuno seppe com’era fatto un elefante.”
(parabola indiana)

Quando ci chiudiamo nei nostri schemi mentali siamo come i sette ciechi. Contempliamo un solo punto di vista, limitando così la nostra capacità di risolvere i problemi che la vita ci mette davanti e impedendo a noi stessi di relazionarci in modo pienamente costruttivo con chi ci sta vicino.
Quand’è, allora, che usciamo dalla cecità e il nostro panorama si fa più vasto e ricco?
Pensiamoci un attimo…..
Tutti abbiamo sperimentato, almeno una volta nella vita, un momento in cui il nostro panorama, la nostra musica, il nostro cammino, nel contemplare punti di vista, toni, livelli diversi, improvvisamente si sono arricchiti di elementi, facendoci fare un enorme salto nella nostra percezione della realtà così detta “oggettiva”. Quando parliamo di Pensiero Multifattoriale intendiamo esattamente questo: un’attitudine a contemplare più punti di vista su una stessa realtà, che permette di attingere pienamente alle nostre risorse, trasformando i nostri obiettivi in risultati concreti.
Nei nostri setting formativi e nelle sessioni individuali di counseling e coaching sfidiamo le credenze limitanti dei partecipanti attraverso gli strumenti che “Risorse Più” mette a disposizione dei suoi clienti, strumenti che interrompono i circuiti mentali abituali e che creano nuove opportunità e soluzioni. I limiti che ci si pone possono allora essere “spostati un po’ più in là”.
Allora comprendiamo che in realtà la nostra vera palestra è la vita, con il vantaggio pratico che ogni problema diventa opportunità, se solo abbiamo la voglia e il coraggio di coglierne tutti gli aspetti, come mostra la storia che segue.
Un vecchio arabo residente a Chicago da più o meno quarant’anni vuole
piantare delle patate nel suo giardino, ma arare la terra è diventato
un lavoro troppo pesante per la sua veneranda età. Il suo unico figlio,
Ahmed, sta studiando in Francia.
Il vecchio manda una e-mail a suo figlio spiegandogli il problema:
“Caro Ahmed sono molto triste perché non posso piantare patate nel mio
giardino quest’anno, sono troppo vecchio per arare la terra. Se tu
fossi qui tutti i miei problemi sarebbero risolti. So che tu dissoderesti la
terra e scaveresti per me. Ti voglio bene. Tuo padre.”
Il giorno dopo il vecchio riceve una e-mail di risposta da suo figlio:
“Caro papà, per tutto l’oro del mondo non toccare la terra del giardino! Lì è
Dove ho nascosto ciò che tu sai… Ti voglio bene anch’io. Ahmed”.

Alle 4 della mattina seguente arrivano la polizia, gli agenti
dell’FBI, della CIA, la SWAT, i RANGERS, i MARINES,
Steven Seagal, Silvester
Stallone, Chuck Norris, Arnold Schwarzenegger ed i massimi esponenti del
Pentagono che rivoltano il giardino come un guanto, cercando materiale per costruire
bombe, antrace o qualsiasi altra cosa. Non trovando nulla, se ne vanno
con le pive nel sacco…

Lo stesso giorno l’uomo riceve una mail da suo figlio:
“Caro papà, sicuramente la terra adesso è pronta per piantare le
patate. Questo è il meglio che ho potuto fare date le circostanze.
Ti voglio bene
Ahmed.”


Segue uno spazio interattivo di giochi di allenamento al Pensiero Multifattoriale con i partecipanti alla tavola rotonda.

____________________________________________________________

Per passare dalla teoria alla pratica……

Yoga della Risata®

Vivation®

Comunicazione Ecologica

Coaching

Guerrilla Marketing

 

Archivio Eventi Principali

archivio eventi principali

Eventi sul Guerrilla Marketing
Conferenza sul Guerrilla Marketing a Is Olias 12 Giugno 2015
Seminario di Guerrilla Marketing Aprile 2015
Eventi sullo Yoga della Risata
Yoga della Risata al Festival della Scienza
Club Yoga della Risata del 10 Novembre 2014

 

Seminari
Seminario Viaggio a Pa.Ri.Gi. 13 giugno 2015

 

CONFERENZE PUBBLICHE
Dolianova, 14 Dicembre 2013

 

Marrubiu, 28 Dicembre 2013

 

Dizionario

Dizionario Risorse Più

 

Coaching
Il termine coaching deriva dall’inglese to coach, ovvero trasportare. Nel Regno Unito il coach é il bus.
Il coach professionista é quindi colui che offre al cliente un contesto nel quale egli possa esprimere al massimo il proprio potenziale, così da poter raggiungere i propri obiettivi. Il cliente, accompagnato e sostenuto dal coach, raggiungerà la propria meta seguendo il proprio unico percorso. Il coaching é orientato tanto al raggiungimento di obiettivi personali che professionali.

 

Comunicazione assertiva
L’assertività è quella modalità di approccio alle relazioni fondata su due pilastri essenziali: rispetto di sé e rispetto dell’interlocutore. L’atteggiamento assertivo non é né sottomissione, né predominanza, ma ha basi estremamente ecologiche, per cui a fermezza nei modi e nei contenuti si affiancano flessibilità e apertura verso l’altro. La Comunicazione Ecologica é sicuramente un’eccezionale tecnica attraverso cui sviluppare assertività.

 

Comunicazione Efficace
La comunicazione é alla base di tutte le attività umane, sia produttive, sia di tipo relazionale. Comunicare efficacemente è quindi estremamente importante per raggiungere i risultati desiderati, prevenire e gestire i conflitti, potenziare le proprie abilità relazionali, e molto altro ancora. Vi sono diverse tecniche di comunicazione efficace, fra cui, ad esempio, gli strumenti della programmazione neurolinguistica e quelli della Comunicazione Ecologica, che consentono di sviluppare livelli di eccellenza in tutti gli ambiti della propria vita.

 

Corsi di comunicazione
Saper comunicare in maniera efficace é fondamentale in ogni attività umana, sia in ambito personale che professionale. I corsi di comunicazione offrono la possibilità di acquisire strumenti utili a cui difficilmente si accede negli ordinari contesti di apprendimento.
Esistono una gran varietà di corsi legati alla comunicazione: corsi di comunicazione ecologica, di leadership, di PNL (apprendimento di tecniche di pnl), di motivazione, di public speaking, di mediazione dei conflitti e negoziazione, di crescita personale, ecc.

 

Counseling
Il counseling é un metodo attraverso cui il cliente, sostenuto dal counselor, può sviluppare risorse per risolvere una o più difficoltà momentanee. Un percorso di counseling é breve e orientato alla soluzione. Il counselor, utilizzando specifiche tecniche centrate sull’ascolto attivo, ha il compito di facilitare il processo di emersione delle risorse del cliente.
Il counseling può essere utilizzato anche come metodo di crescita personale per il singolo individuo. Esistono inoltre specifiche applicazioni in contesti organizzati: counseling scolastico, counseling aziendale, counseling per le associazioni, ecc.

 

Crescita personale
Quando si parla di crescita personale si intende quel percorso, strettamente individuale, che consente all’individuo di realizzare sé stesso, sviluppare le proprie potenzialità, relazionarsi in maniera piena e soddisfacente con gli altri, conoscersi, rispondere ai quesiti più profondi ai quali, spesso, la società non sa dare risposta, accrescere il proprio benessere, ecc. La lista potrebbe continuare all’infinito, perché sono molte le motivazioni che portano un individuo a scegliere di intraprendere un percorso di crescita individuale. La meditazione, come Vivation®, ad esempio, oppure i percorsi di coaching e counseling, la formazione alla comunicazione, ecc, sono sicuramente eccellenti vie di crescita personale.

 

Formatore e Corsi di formazione
Il formatore è il professionista che fornisce strumenti utili e pratici ai suoi corsisti, assicurandosi che i contenuti siano assimilati e pronti da essere utilizzati nel quotidiano, sia in ambito lavorativo che personale. La formazione é strutturata su tecniche di apprendimento specifiche, mediante strumenti di provata efficacia, quali i giochi, role playing, esercizi mirati, ecc.
In particolare, riveste un ruolo essenziale la formazione aziendale, alla quale si possono affiancare percorsi di counseling aziendale e/o coaching aziendale, sulla base delle esigenze peculiari della struttura di riferimento.

 

Leader e leadership
La parola leader, tradotta letteralmente dall’inglese, significa “capo”, “dirigente”. In realtà il leader é molto di più. Per essere leader, in primo luogo, é fondamentale essere pienamente consapevoli delle proprie risorse e del proprio valore. Quando si verifica questa condizione, la leadership emerge spontaneamente nel proprio ambito di riferimento. Percorsi di life coaching e counseling possono, da questo punto di vista, far emergere questa consapevolezza e permettere a chiunque di esprimere la propria unica modalità di leadership.

 

Parlare in pubblico (public speaking)
I più grandi attori hanno sempre confessato di avere, poco prima della loro esibizione, una grande ansia da palcoscenico: eppure, i risultati che ottengono sono nella maggior parte dei casi eccellenti. Che cosa fanno di particolare, che consente loro di esibirsi dando il meglio di sé di fronte ad un folto pubblico? Esistono specifiche tecniche che permettono di gestire con successo il parlare di fronte a piccoli o a grandi gruppi, come quelle fornite dalla PNL. Per gestire l’esperienza interiore che tale situazione evoca, vi sono anche tecniche di meditazione estremamente utili, come ad esempio Vivation®.

 

Programmazione Neuro Linguistica (PNL)
Fondata nel 1975 da John Grinder e Richard Bandler, la Programmazione Neuro Linguistica é lo studio e la modellizzazione di quei comportamenti volti ad ottenere i risultati desiderati in qualunque area della propria vita. La PNL offre una gran quantità di tecniche, che permettono di allargare la propria mappa del mondo e di individuare cornici di riferimento estremamente utili e orientate al successo nella gestione del lavoro e delle relazioni. La PNL, come il nome stesso indica, si basa su: funzionamento del cervello (Neuro), l’interazione del linguaggio con il cervello (Linguistica), l’utilizzo delle conoscenze in queste due aree per raggiungere livelli di eccellenza nella propria vita (Programmazione).

 

Tecniche di Negoziazione
Se due bambini litigano per una mela, una mamma che vuole che siano entrambi soddisfatti, anziché tagliarla in due, chiede perché entrambi vogliano la stessa mela. Allora forse scoprirà che uno dei due vuole la polpa per poterla mangiare, mentre l’altro vuole la buccia per giocarci…..
Le tecniche di negoziazione e di mediazione e gestione efficace dei conflitti costituiscono un corpo di conoscenze utili per affrontare e gestire situazioni di tensione in un’ottica così detta win-win (vincente-vincente), dove tutte le parti coinvolte possono raggiungere i loro obiettivi, come i bambini della storiella raccontata poc’anzi. Tali conoscenze comprendono un corpus di modalità ed approcci efficaci e collaudati in una pluralità di contesti.

 

Vivation®
Vivation® é una tecnica di meditazione basata sulla respirazione circolare ed altri elementi, il cui scopo é l’integrazione e l’accettazione cinestesica del momento presente. Si tratta di un vero e proprio allenamento, che, se portato nella vita quotidiana, offre una vasta gamma di piacevoli risultati, talvolta inaspettati: Vivation® rappresenta, per chi lo pratica, un portale d’accesso diretto ad un più profondo e completo senso del benessere. La tecnica, di facile apprendimento, una volta imparata può essere praticata in ogni contesto e in ogni situazione si ritenga di volerla utilizzare.